Shopping bag (0)
Shopping bag (0)

Il tuo carrello al momento è vuoto.

IL PRINCIPIO DELLA STRATIFICAZIONE

Indipendentemente da dove ci si trovi nel mondo o da come si viva il freddo, i principi della stratificazione rimangono gli stessi. Sebbene molti conoscano i principi della stratificazione, esiste una scienza che spiega come vestirsi in base alle condizioni.

LEGGI la scienza Costruite i vostri strati

IL PRINCIPIO DELLA STRATIFICAZIONE

Indipendentemente da dove ci si trovi nel mondo o da come si viva il freddo, i principi della stratificazione rimangono gli stessi. Sebbene molti conoscano i principi della stratificazione, esiste una scienza che spiega come vestirsi in base alle condizioni.

LEGGERE LA SCIENZA COSTRUIRE GLI STRATI
PRINCIPI DI STRATIFICAZIONE

I FONDAMENTALI

Anche se si possono usare capi diversi a seconda delle condizioni climatiche e dell'intensità della corsa, la base di ogni stratificazione è il principio dei 3 strati. In primo luogo, uno strato di base per favorire la gestione dell'umidità, in secondo luogo uno strato intermedio per favorire e supportare l'isolamento e infine uno strato esterno il cui scopo principale è quello di proteggere dalle intemperie.



Che si tratti di corse a bassa o ad alta intensità, questo principio chiave rimane lo stesso: ciò che cambia è il tipo di indumenti con cui scegliamo di costruire gli strati. Ciò dipende dal modo in cui viviamo il freddo, prendendo in considerazione fattori come l'umidità e i livelli di vento, nonché l'esperienza passata.



Come svedesi, siamo cresciuti cavalcando durante i lunghi inverni. Realizziamo capi di abbigliamento pensati per farvi sentire a vostro agio nelle condizioni più fredde del Nord ghiacciato.

TECH

LO STRATO BASE

La funzione principale dello strato di base è quella di favorire la gestione dell'umidità. Allontana efficacemente l'umidità dal corpo, garantendo una sensazione di asciutto e comfort per tutta la durata della corsa.

TECH

LO STRATO MEDIO

Lo strato intermedio, il più flessibile dei tre strati, ha come scopo principale l'isolamento. Oltre all'aria intrappolata tra gli strati, lo strato intermedio trattiene l'aria all'interno dell'indumento. Scegliete qualcosa di più soffice per ottenere un maggiore calore.

TECH

LO STRATO SUPERIORE

La funzione principale dello strato esterno è la protezione dalle intemperie. In questo caso, fattori come la protezione dall'acqua o dal vento e la permeabilità al vapore acqueo sono i più importanti da considerare.

ISOLAZIONE

L'ARIA È L'ISOLANTE

È l'aria che ci isola. Se gli strati sono più stretti, l'aria rimane meno intrappolata tra di essi e ciò influisce sul calore. Oltre alla vestibilità aderente o meno, è importante considerare anche il fatto che un capo sia aperto o aderente in vita, in quanto influisce sulla capacità di contenere l'aria.



Gli stessi principi si applicano quando si costruiscono gli strati, indipendentemente dal fatto che si corra su strada, su sterrato o in MTB. Gli indumenti più larghi e aderenti consentono in genere un maggiore flusso d'aria e, di conseguenza, sono leggermente meno efficaci per l'isolamento.

GLI INDUMENTI PIÙ LARGHI E LARGHI CONSENTONO IN GENERE UN MAGGIORE FLUSSO D'ARIA.

GLI INDUMENTI PIÙ LARGHI E LARGHI CONSENTONO IN GENERE UN MAGGIORE FLUSSO D'ARIA.

CONSIDERARE IL MODO IN CUI UN INDUMENTO SI ADATTA ALLA VITA, POICHÉ QUESTO INFLUISCE SULLA CAPACITÀ DI CONTENERE L'ARIA.

CONSIDERARE IL MODO IN CUI UN INDUMENTO SI ADATTA ALLA VITA, POICHÉ QUESTO INFLUISCE SULLA CAPACITÀ DI CONTENERE L'ARIA.

MAPPATURA DEL CORPO

Gli strati sono la base e la parte superiore e inferiore del corpo hanno esigenze diverse, ma quando si mappa il corpo durante una corsa, la parte che generalmente sente il freddo per prima sono le mani e i piedi. Le mani e i piedi sono come il canarino nella miniera: quando si sente freddo lì, in genere si sa che la situazione non migliorerà altrove.

Ricordate quindi di prendervi cura delle vostre estremità: guanti, scarpette e calze termiche di buona qualità riscalderanno la giornata più fredda e vi renderanno anche più sicuri, poiché le mani calde sono fondamentali per poter reagire su percorsi freddi, scivolosi e bui.